Assistente - Aimc Basilicata

Vai ai contenuti

Menu principale:

Assistente

 
A Scuola di Gesù Maestro

Si è tenuta il 17 marzo a Policoro la Giornata dell’Adesione 2018.
All’introduzione della presidente provinciale di Matera Giovanna Modarelli ha fatto seguito la puntuale riflessione dell’Assistente regionale mons. Salvatore De Pizzo, alla sua prima “uscita pubblica” dopo la nomina, che ha richiamato le figure dell’emorroissa e della donna canea come icone di fede, di relazione autentica con la persona di Cristo.
Il profilo e il compito del socio AIMC nel quadro dell’attuale situazione scolastica e associativa è stato tracciato a due voci dalla presidente regionale Agnese Schettini e da Anna Maria Bianchi.
Il dibattito successivo ha confermato “relazione” quale parola-chiave da cui farsi guidare nella scuola e in Associazione.
L’incontro si è concluso con la celebrazione eucaristica presieduta dall’Assistente regionale, all’interno della quale si è collocato il convinto rinnovo degli impegni associativi.

__________________________________________________________________________________________________________________________________

Nominato il nuovo Assistete ecclesiastico nazionale

Il Consiglio permanente della Conferenza Episcopale Italiana (CEI), nella sessione invernale del 22-25 gennaio 2018, ha nominato Assistente ecclesiastico nazionale dell’AIMC e dell’UCIIM padre Giuseppe Oddone, Vicario generale della Congregazione dei Padri Somaschi.
A padre Oddone un caloroso benvenuto in AIMC e gli auguri per un proficuo lavoro, che sostenga ogni socio nel maturare sempre maggiore consapevolezza che scuola e Associazione sono per noi i luoghi e contesti di realizzazione della nostra vocazione battesimale.
A padre Salvatore Currò, che a termine del suo mandato lascia l’Associazione, un grazie di cuore per l’attività svolta in questi anni, per la lucida analisi di eventi e situazioni che ci ha sempre offerto e per la schiettezza del suo dire.

__________________________________________________________________________________________________________________________________

Cambio di guardia per l’Assistente regionale

A termine della parte pubblica del Congresso regionale del 5 novembre 2017 la presidente Valicenti ha consegnato con emozione a mons. Rocco Natale, che chiude il suo mandato di Assistente ecclesiastico regionale dopo oltre un quarto di secolo, una targa segno di affetto e gratitudine “per il dono della sua presenza, per l’amorevole cura con cui ha seguito il nostro cammino educativo”.
Il saluto di don Rocco è stato l’omelia che ci ha donato nel corso della celebrazione eucaristica che ha concluso i lavori della mattinata. Il nostro saluto è stato espresso nella preghiera dei fedeli: “perché il Signore lo ricolmi della sua grazia per il bene che ha saputo costruire e gli conceda di sperimentare sempre la nostra gratitudine” per averci guidato a fare sempre meglio della professione l’esercizio concreto della nostra vocazione battesimale attraverso la carità della competenza educativa e didattica ed a vivere in pienezza la responsabilità di laici adulti e maturi.
 


Alla punta di tristezza per il commiato di don Rocco si è associata la gioia di accogliere il nuovo Assistente mons. Salvatore De Pizzo, che ben conosce il laicato lucano e l’AIMC di Basilicata per essere stato per oltre un decennio vicario episcopale per il laicato e Assistente della CDAL della diocesi di Tursi-Lagonegro, della quale l’Associazione fa parte attiva.
Anche a lui è stato dedicato un momento nella preghiera dei fedeli, affinché il Signore lo sostenga nel nuovo compito “concedendogli la sapienza del cuore e donandogli di vedere frutti abbondanti del suo lavoro”.

__________________________________________________________________________________________________________________________________

Il messaggio dell’Assistente nazionale al Congresso regionale

L’Assistente nazionale padre Salvatore Currò ha inviato un messaggio di saluto e di augurio al Congresso regionale e ha allegato una lettera inviata ai responsabili dell'Associazione con qualche spunto di riflessione, dal punto di vista dell'Assistente
Le sue parole richiamano all’impegno di tener viva la “C” della sigla, guardando al Vangelo come fonte di ispirazione, e tratteggiano l’AIMC che vogliamo:
- un’ AIMC unita, aperta alle differenze
- caratterizzata da forte corresponsabilità
- capace di concretizzare la centralità della persona con l’attenzione agli stili e ai processi.
L’invito è ad andare oltre la tentazione della disaffezione e dello scoraggiamento, riprendendo le parole di papa Francesco: non lasciamoci rubare la speranza.


Gli auguri dell’Assistente nazionale per la Pasqua 2017

La lettera che padre Salvatore Currò, nostro Assistente nazionale, ci ha indirizzato in occasione della Pasqua, sottolinea che “i veri segni di novità, nel nostro tempo, sono i segni (…) della cultura dell’incontro”, una cultura che siamo chiamati a vivere come stile educativo e come stile associativo. Un invito a verificarci tutti sulla disponibilità all’incontro autentico, che pubblichiamo perché possa pervenire a tutti i soci dell’AIMC di Basilicata.
“Carissimi amici dell’AIMC,
a voi tutti i miei auguri di Buona Pasqua!
Vorrei davvero che questi auguri raggiungessero tutti: i dirigenti ai vari livelli e i semplici soci…. Continua a leggere

__________________________________________________________________________________________________________________________________

Signis et verbis

Si è tenuto il 17 dicembre a Lagonegro l’incontro delle sezioni AIMC di Lagonegro, Senise e Valsarmento in preparazione del Natale.
All’introduzione di Felicita Rizzo, presidente della sezione ospitante, ha fatto seguito la puntuale riflessione dell’Assistente regionale mons. Rocco Natale, che ha messo a fuoco il senso più profondo del Natale oggi collegandolo alle caratteristiche di una magistralità autentica vissuta alla luce e nello stile del Vangelo, esemplificata nella figura e nell’operato di Angelo Raffaele Dinardo.
Il profilo del “maestro” Dinardo, aimcino della prima ora e socio fedele fino al rientro alla casa del Padre, è stato tracciato dalla presidente regionale Filomena Valicenti e da Anna Maria Bianchi, curatrice del libro voluto dall’AIMC di Basilicata in ricordo di Raffaele.
Preghiera comunitaria e un semplice e simpatico momento di convivialità hanno completato il significativo momento di incontro e condivisione, diventato ormai una tradizione per le sezioni che operano nella diocesi di Tursi-Lagonegro.

__________________________________________________________________________________________________________________________________

Partire per incontrare il Signore

L’Avvento è tempo di gioia, perché fa rivivere l’attesa dell’evento più lieto nella storia:
la nascita del Figlio di Dio dalla Vergine Maria.
A rendere ancor più significativo questo tempo di preparazione spirituale al Natale, vivendone comunitariamente un momento di preparazione, la sezione AIMC di Potenza si è data appuntamento il 17 dicembre per un mini-ritiro insieme agli amici del MEIC.
Ha guidato il ritiro l’Assistente di sezione padre Giovanni Matera, invitando a considerare che
“Chiunque esce di casa sua, come i pastori, o apre le sue porte finisce sempre con lo scoprire di essere al centro di un prodigio. Non c'è posto per Gesù, nemmeno nella sua città. Il mistero di questo bambino ha sempre sfidato il cuore degli uomini. Gli angeli e i pastori, e più tardi gli apostoli, lo annunciano come «il Signore». L'uomo Gesù, avvolto in fasce o disteso su una croce, è sempre il segno di Dio fra noi. Ma per incontrarlo bisogna partire”.
Le parole di don Tonino Bello “Andiamo a Betlemme” sono state il filo rosso della riflessione e il cuore degli auguri natalizi, scambiati a termine della celebrazione eucaristica in un clima di semplice e festosa convivialità.
Scarica qui il testo guida del ritiro.
 

__________________________________________________________________________________________________________________________________

 
Grazie, don Rocco

In un clima di gioia semplice e sincera il Natale del maestro 2015 è stata l’occasione per dire “Grazie” al nostro assistente regionale per i 50 anni di presbiterato e per gli oltre 25 anni di servizio competente e appassionato all’Associazione. Lo ha espresso la presidente regionale Filomena Valicenti nel suo saluto.
Ancora una volta la riflessione che don Rocco ci ha offerto ha sollecitato a “cambiare punto di vista” interrogandoci sul senso dell’attesa come evento della vita, sulla nostra capacità di accogliere e offrire al mondo la “buona novella”, di convertire le aspettative per cambiare le risposte,di lasciarci sorprendere dal nuovo, di evitare le tentazioni di cui parla Papa Francesco e di accoglierne le proposte.
Riflessioni sempre incisive quelle di don Rocco. Alcune, fra quelle offerte in varie occasioni associative nell’ultimo decennio, sono state raccolte nell’ opuscolo “In ascolto della Parola ” donatogli per dirgli concretamente l‘attenzione dell’Associazione alle sue parole e offerto alle sezioni per “averne traccia” e poterle ripercorrere.
Un momento di convivialità e la celebrazione eucaristica hanno coronato un intenso pomeriggio di spiritualità e amicizia.

__________________________________________________________________________________________________________________________________

Un’occasione di gioia e di gratitudine
I 50 anni di presbiterato dell’Assistente regionale

Il 16 agosto 2015 la comunità parrocchiale di San Giorgio Lucano ha reso grazie al Signore per i 50 anni di sacerdozio di don Rocco Natale, nostro Assistente regionale “storico”.
Nel saluto che la parrocchia ha affidato ad Anna Maria Bianchi, già presidente regionale AIMC, il ritratto di un sacerdote convinto che con il Vangelo non si scherza, di un uomo schietto e sincero, capace di ascolto e relazione, infaticabile seminatore di quella Parola dalla quale possono nascere le nostre buone parole e prassi.
Caro don Rocco, sei arrivato al traguardo dei 50 anni... leggi tutto

__________________________________________________________________________________________________________________________________

 

P. Salvatore Currò
Assistente nazionale

Un circuito virtuoso da rafforzare


Nel gennaio 2008 si svolse a Roma nella sede nazionale AIMC un Convegno nazionale Assistenti dal titolo emblematico Circuito virtuoso: sacerdozio comune e sacerdozio ministeriale. I lavori  misero in evidenza la necessità di alcune irrinunciabili scelte pastorali.
La prima: considerare l’importanza delle realtà secolari, perché la comunità ecclesiale non esaurisce la definizione di sé entro il perimetro, pur fondamentale, dell’esperienza liturgico-sacramentale e catechetica.
La seconda: fare il possibile per assicurare nelle realtà secolari una presenza qualificata attraverso il laicato e, in specie, il laicato organizzato, perché le realtà secolari non sono da occupare o colonizzare, ma da rendere il più possibile coerenti con le proprie finalità, luoghi e strumento di promozione umana.
La terza: promuovere la consapevolezza circa la peculiare importanza, per le generazioni future, dell’educazione e della realtà secolare della scuola.
In nome di queste scelte, tutt’oggi valide ed essenziali, l’AIMC riafferma la convinzione, che da sempre l’ha accompagnata, della positività della presenza attiva del sacerdote, custode, al suo interno, di comunione.

L’Assistente AIMC da sempre, oltre a sostenere il cammino di fede personale e comunitario dei soci, può accompagnare l’elaborazione associativa  stimolando il senso di appartenenza alla comunità ecclesiale. Pensato in feconda interazione con il sacerdozio comune dei laici coinvolti con la proposta associativa, è fattore di formazione spirituale attraverso il richiamo costante alle motivazioni di fede, segno dell’attenzione della comunità cristiana alla realtà della scuola e dell’educazione.
In tutto questo si identifica la ragione di fondo che sostiene  l’organizzazione di un

Incontro con gli Assistenti
Roma, 17-18 aprile 2015

L’incontro, la cui seconda unità di lavoro coinciderà con  la prima della Conferenza organizzativa nazionale, vuole offrire ancora una volta a responsabili ed assistenti sezionali, provinciali e regionali, l’occasione di vivere insieme una significativa esperienza associativa, per rafforzare il sentirsi parte di un progetto comune.  
La Presidenza regionale AIMC sollecita i responsabili associativi provinciale e sezionali a coinvolgere gli Assistenti affinchè non manchino a questo appuntamento, oltre che ad assicurare la propria partecipazione ai lavori della Conferenza organizzativa.

In allegato
Lettera d’invito dell’Assistente e del Presidente nazionali
Notizie logistiche con scheda di prenotazione  

__________________________________________________________________________________________________________________________________

Assistente regionale Aimc è mons. Rocco Natale   
Vicario Episcopale per l'economia della Diocesi di Tursi-Lagonegro   

Riposatevi un po’

Partendo da un passo del Vangelo secondo Marco, l’Assistente regionale ha svolto, nell’incontro per il Natale del Maestro tenutosi a Episcopia il 28 dicembre 2014, una relazione articolata su sette punti, leggendo alla luce del Natale il possibile cammino dell’AIMC, nella sua specificità di Associazione professionale, verso il Convegno ecclesiale di Firenze.
Professionisti di scuola come formatori di coscienze, riscoperta e recupero di spazi usuali d’incontro come luoghi educativi, superamento di una visione della fede come fatto privato che non interferisce con l’esercizio della professione, ritrovare parole vere per entrare in relazione e chiudere il cerchio educativo, maturare coscienza sociale, accettare il rischio di “uscire” e mettersi in cammino, scoprire la verità “altra” a cui aprirsi, sono alcuni dei punti trattati.

Mettiamo la relazione a disposizione dell’intera Associazione regionale. Il lavoro nelle sezioni potrà opportunamente riprendere i temi affrontati ed approfondirli, proseguendo la preparazione al Convegno di Firenze.


__________________________________________________________________________________________________________________________________


Ascoltare per educare

Intervenendo il 12 marzo 2014 all'incontro-dibattito "Io ci sono. Tu ci sei?" organizzato dalle sezioni Aimc di Valsarmento e di Senise, l'Assistente regionale mons. Rocco Natale ha proposto una riflessione articolata su quattro punti:
- figli di un Dio che ascolta: l'ascolto dato e richiesto da Dio
- nella vita: la mancanza di ascoltatori
- ascoltare per rinascere: la voce di due filosofe

- ascoltare è prendersi cura

Leggi l'intera riflessione, prezioso contributo all'approfondimento della tematica affrontata nell'incontro-dibattito svoltosi a Francavilla in Sinni

__________________________________________________________________________________________________________________________________


Raccontare per educare
Intervento dell'Assistente all'incontro-dibattito del 14 gennaio 2014

Quando due amici si rivedono dopo molto tempo, dopo saluti e abbracci, c'è il reciproco invito: "Cosa mi racconti?"
Il racconto è la trasmissione di sé all'altro, è qualcosa che ci mette in relazione vitale con l' altro. Anche Dio si è raccontato agli uomini ...


Continua a leggere il contributo dell'Assistente regionale ai lavori dell'incontro-dibattito svoltosi a Cersosimo

__________________________________________________________________________________________________________________________________


Aprirsi al nuovo

In apertura del primo Consiglio regionale dopo il rinnovo degli organismi statutari con il Congresso regionale del novembre scorso,  l'Assistente regionale mons. Rocco Natale propone una riflessione che vuol essere un incoraggiamento per il nuovo cammino che si apre.

I punti affrontati:
- il mandato del gruppo precedente
- il futuro, realtà esistenziale fatta di incontri, ascolto, comunicazione reciproca di idee e di progetti.
- assumere una carica è esporsi al pubblico

Leggi l'intero testo della riflessione, che può essere un tracciato per il cammino del nuovo quadriennio.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu