2020 Maggio - Aimc Basilicata

Vai ai contenuti

Menu principale:

2020 Maggio

Archivio > 2020
Una nave ‘virtuale’ per ricordare

Il 23 maggio è la giornata dedicata da ventotto anni al ricordo di tutti i servitori dello Stato che hanno dato la vita in modo consapevole nella lotta contro la mafia.
Quest’anno le restrizioni dovute all’emergenza per l’epidemia da coronavirus impediscono le celebrazioni con il pubblico, in particolare il viaggio degli studenti con la Nave della Legalità. Eccezionalmente per quest’anno il viaggio è ‘virtuale’, ma #PalermoChiamaItalia, l’iniziativa volta a ricordare le stragi di Capaci e Via D’Amelio, nelle quali persero la vita i giudici Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e gli uomini delle loro scorte, non si ferma: l’importanza della memoria, il ricordo del sacrificio di donne e uomini coraggiosi, resta un caposaldo dell’iniziativa, che vuole passare ai giovani il testimone dei loro valori.
Come ha detto Antonio Caponetto “La mafia teme la scuola più della giustizia”, perché “l’istruzione toglie l’erba sotto i piedi della cultura mafiosa”. Vuol dire che il modo migliore per combattere la mafia è diffondere e incrementare la cultura e l’istruzione, formare le coscienze rendendo le persone più consapevoli dei loro diritti e dei loro doveri. Ancora una volta una parte essenziale della partita è in mano alla scuola e ai suoi professionisti.
 

__________________________________________________________________________________________________________________________________

 
Ripartire a settembre, ma come?
Le proposte dell’AIMC

A settembre non sarà possibile ripartire da dove eravamo rimasti, perché alla ripresa non saremo gli stessi. Il doppio isolamento, fisico e relazionale, che gli studenti grandi e piccoli hanno vissuto e l’esperienza maturata dagli insegnanti con la DaD hanno messo in luce e impongono di ricercare soluzioni che sappiano coniugare l’esigenza tecnica con quella pedagogica.
Questa, in estrema sintesi, la “ricetta” che la presidenza nazionale AIMC ha proposto il 14 maggio alla Commissione ministeriale di esperti presieduta dal prof. Patrizio Bianchi, incaricata di elaborare proposte a tutto tondo per la riapertura delle scuole.
Il documento la declina in modo schematico, come richiesto dalla Commissione stessa, su quattro dimensioni: didattica, sicurezza, logistica, governance.
“La situazione che stiamo vivendo ci sta insegnando che in situazioni complesse e impreviste le carte vincenti per trovare soluzioni sono la sinergia, la corresponsabilità, la chiarezza delle indicazioni nazionali e la traduzione operativa territoriale delle stesse, la creatività…. Continua a leggere
Lo trovate anche su Notes n.9/2020, interamente dedicato alla ripresa nell’a.s. 2020-21, insieme a “Ripartire dallo 0 – 6”, documento messo a punto dal Coordinamento nazionale per le politiche dell’infanzia e della sua scuola.

__________________________________________________________________________________________________________________________________

Pubblicate le Ordinanze su Esami di Stato e valutazione alunni

Il 16 maggio in conferenza stampa la Ministra Azzolina ha presentato le Ordinanze sugli Esami di Stato del primo e del secondo ciclo e sulla valutazione finale delle studentesse e degli studenti.
Esponendo i contenuti dei provvedimenti, i cui punti essenziali sono stati raccolti in alcune slide, ha sottolineando che le Ordinanze forniscono alle scuole indicazioni precise per affrontare “la chiusura di un anno scolastico certamente straordinario”
Dopo il lungo periodo di chiusura delle scuole per la pandemia e di utilizzazione della Didattica a Distanza, gli Esami del secondo ciclo segneranno il primo momento di ritorno nelle aule, con le modalità suggerite dal Comitato Tecnico Scientifico perché tutto possa svolgersi assicurando la sicurezza di operatori e studenti.
Per comodità di consultazione, mettiamo a disposizione una breve sintesi delle ordinanze
In allegato:
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu