2015 Settembre - Aimc Basilicata

Vai ai contenuti

Menu principale:

2015 Settembre

Archivio > 2015

__________________________________________________________________________________________________________________________________

 
Verso il Convegno ecclesiale di Firenze

La Conferenza Episcopale di Basilicata, nell’ambito del cammino di preparazione al Convegno Ecclesiale Nazionale di Firenze, ha organizzato il convegno regionale

Quale futuro per la Basilicata:
tra progresso sostenibile e responsabilità verso le future generazioni
Viggiano - Kirys Hotel, sabato 17 ottobre 2015
Il convegno, che pone al centro il futuro economico e paesaggistico della nostra Regione, con il contributo di esperti in quattro diversi ambiti scientifici vuole rendere un servizio leale e non ideologico alle nostre popolazioni circa le criticità sollevate dalle estrazioni petrolifere, le ricadute sul progresso economico e la cura della salute e della qualità della vita delle persone. 
Segnaliamo, in particolare, che uno dei quattro laboratori tematici previsti riguarda la CULTURA, settore in cui i soci AIMC possono offrire un contributo specifico. Spetta, infatti, anche alla scuola – e in particolare ai maestri cattolici – contribuire alla formazione, specie nelle giovani generazioni, di una coscienza ambientale che, di fronte alla risorsa-problema petrolio, consenta di passare da una logica alternativa e contrappositiva (lavoro o salute; salvaguardia dell’ambiente o sviluppo economico) ad una logica compositiva e sistemica (lavoro e salute; salvaguardia dell’ambiente e sviluppo economico), coniugando questione ecologica e questione antropologica.
Per le iscrizioni, rivolgersi alla Parrocchia di appartenenza.

__________________________________________________________________________________________________________________________________

5 ottobre, Giornata mondiale degli insegnanti
Il ruolo dei docenti per una società sostenibile

Una data e un’occasione che troppo spesso non ricevono adeguata copertura mediatica e sufficiente attenzione da parte delle istituzioni e della stessa opinione pubblica.
L’UNESCO la dedica al ruolo dei docenti per una società sostenibile.
Un’educazione più equa ed inclusiva, per la cui realizzazione i docenti sono soggetti chiave determinanti, rientra fra i diciassette obiettivi proposti in “2030 Agenda for Susteinable Development Goals” . Purtroppo si constata che nel documento agli insegnanti è dedicato solo un breve sottopunto alla fine dell’elenco, relativo ad “aumentare dell’x % (sic!) la formazione di insegnanti qualificati”. Sinceramente, poco e vago.
L’AIMC, come sempre dalla parte della scuola e dei suoi professionisti, propone, come è ormai tradizione, proprio per il 5 ottobre la manifestazione 100 piazze, giunta nel 2015 alla sesta edizione.
Tema: Professione docente, un valore oggi più che mai.
Nazionalmente si svolgerà un seminario nazionale a Roma, nella Sala della Comunicazione del MIUR.

 

__________________________________________________________________________________________________________________________________

 
Ricominciare, con entusiasmo

Il 14 settembre segna la data ufficiale di inizio del nuovo anno scolastico 2015-16 in Basilicata.
Un nuovo inizio è la possibilità di un nuovo incontro con la realtà grazie a uno sguardo nuovo.
L’AIMC regionale invita a uno sguardo nuovo sullo scopo della scuola. E’ proprio la riscoperta dello scopo - attraverso il dialogo, il lavoro comune nei collegi docenti, il sostegno a nuove pratiche progettuali e di potenziamento - che può aiutare a ricominciare con entusiasmo, nonostante i problemi e, forse, le disillusioni che anche l’avvio di questo nuovo anno scolastico presenta.
Rilanciare lo scopo aiuta a valorizzare sia le esperienze esistenti, la tradizione e l’identità del singolo istituto che a perseguire, secondo nuove priorità, le innovazioni ritenute necessarie. Avere chiaro lo scopo apre la strada alla collaborazione, unica condizione per realizzare le innovazioni che sono utili alla scuola.
La buona scuola comincia dalle buone relazioni e si può realizzare attraverso un protagonismo professionale e culturale che abbia a cuore l’autentico sviluppo dell’umano in ogni ragazzo (intelligenze, talenti, capacità) e la promozione di solide competenze nelle giovani generazioni.
E’ il senso del comunicato stampa della Presidenza nazionale AIMC.
Ma dove trovare le energie per ripartire con entusiasmo? Corrado Bagnoli avanza una proposta.

__________________________________________________________________________________________________________________________________

X Giornata per la custodia del Creato
Un umano rinnovato, per abitare la terra

Custodire il creato è un compito che spetta ai cristiani – papa Francesco l’ha ribadito in più occasioni – ma non esclusivamente a loro.
La terra, madre di tutti, esige da ciascuno rispetto e non arroganza da padroni. Il passaggio da padrone a custode può tagliare alla radice l’inequità da cui vengono tanti mali.
Serve l’impegno concreto di ciascuno in piccoli gesti quotidiani che cambiano stili di vita fatti di sprechi e di violenze nei confronti del nostro pianeta. e in questo la scuola e l’AIMC possono fare molto. Ma necessitano anche scelte politiche ed economiche che rimuovano le cause strutturali della povertà, le “strutture di peccato” che percorrono il nostro sistema sociale ed economico.
La Giornata per la custodia del Creato, che si celebra il 1° settembre, è un’occasione per far sentire con forza la voce in proposito dei discepoli di Cristo e cercare insieme soluzioni creative e praticabili per “nutrire il pianeta con cuore solidale”.

__________________________________________________________________________________________________________________________________

 
Torna ai contenuti | Torna al menu