2015 Aprile - Aimc Basilicata

Vai ai contenuti

Menu principale:

2015 Aprile

Archivio > 2015

__________________________________________________________________________________________________________________________________

 
 

Si elegge (finalmente!) il CSPI – 2

La Commissione elettorale centrale ha disposto la pubblicazione in data 28 marzo 2015 delle liste di candidati alle elezioni delle varie componenti per la costituzione del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione.

L’AIMC è presente con
lista n. IX per la componente docenti della scuola dell’infanzia
lista n. XIV per la componente docenti scuola primaria
entrambe contraddistinte dal motto
CISL SCUOLA – AIMC: IN PRIMA PERSONA AL PLURALE

Sosteniamo i candidati AIMC affinché le future decisioni del CSPI siano ispirate anche ai principi e ai valori che da sempre contraddistinguono la nostra Associazione. In allegato:

Lista docenti scuola infanzia
Lista docenti scuola primaria

Sul sito del MIUR si può prendere visione delle liste di tutte le altre componenti: docenti scuola secondaria di primo grado, docenti scuola secondaria di secondo grado, Dirigenti scolastici, personale ATA, personale delle scuole di lingua slovena, personale delle scuole di lingua tedesca, personale delle scuole della Valle d’Aosta.

__________________________________________________________________________________________________________________________________

Buon lavoro, dott.ssa Datena!

Fornire ad ogni studente opportunità di apprendimento che gli consentano "di sviluppare una personalità autonoma e responsabile e di realizzare al meglio il proprio progetto di vita". E' l'obiettivo dichiarato dalla dott.ssa Claudia Datena, già responsabile dell'usp di Potenza, nell'assumetre l'incarico di coordinamento dell'Ufficio Scolastico regionale per la Basilicata.
Un obiettivo che l'AIMC condivide pienamente, insieme alla ferma convinzione che "la scuola può rappresentare una leva strategica per la crescita culturale, sociale ed economica della nostra regione".
Assicurando la piena collaborazione affinchè la nostra scuola lo diventi pienamente, l'AIMC di Basilicata le porge il benvenuto nel nuovo, impegnativo incarico assunto e le augura buon lavoro.


Leggi il saluto della Presidente regionale

 

__________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Una scuola che sa parlare di sé


In un’atmosfera di grande attenzione e di gioiosa partecipazione condita con un pizzico di legittimo orgoglio, si è svolta il 10 aprile 2015 la presentazione del libro di Filomena Tarantino “C’era una volta… una fiaba lunga un anno”, nella  bibliomediateca dell’ IC di Bella, dove l’autrice  ha prestato servizio nell’anno di prova con la guida del Dirigente scolastico Mario Coviello.
L’iniziativa ha messo in luce tutta l’importanza di un processo documentale che sappia “vestire di parole” il fare scolastico, dando voce ai veri “esperti” di scuola: i professionisti che la abitano quotidianamente.
Comporre costantemente intelletto e cuore, razionalità e aspetti emotivo-afefttivi si è ancora una volta rivelato chiave di volta di un autentico e coinvolgente processo educativo, che assume gli alunni come protagonisti primari.
Leggi l’articolo di Mario Coviello sulla manifestazione.

__________________________________________________________________________________________________________________________________

Alla camera il ddl “La buona scuola” (C. 2994)


Dal 27 marzo è approdato a Montecitorio per l’avvio della discussione parlamentare il ddl 2994 che prevede disposizioni per la riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e il conferimento della delega al governo per il riordino delle disposizioni normative in merito. E’ il testo normativo in attuazione del documento “La buona scuola”.
L’iter ha preso il via con una serie di audizioni alla VII Commissione di Camera e Senato.
Un ddl complesso, con una lunga “relazione di accompagno” che, però, non sempre riesce a far comprendere le ragioni sottese all’articolato.
Va certamente riconosciuto che si tratta di una ipotesi di riforma  strutturata e di ampio respiro, che dichiara di volere superare l’autonomia incompiuta e valorizzare l’offerta formativa delle scuole.
Entrando nel merito, però, non si possono sottacere punti evidentemente fragili, elementi di perplessità, scelte che possono portare, al di là delle buone intenzioni, ad esiti non positivi per il mandato costituzionale affidato all’istituzione scolastica e ai suoi professionisti.
Globalmente, l’attenzione agli aspetti organizzativi e al ruolo dei vari soggetti sembra prevaricare su quella doverosa alla finalità del processo educativo e l’impianto curricolare, con la conservazione e l’aumento di discipline e contenuti, non sembra guardare con lungimiranza al futuro. Se si aggiunge la carenza di rendicontazione sociale e di organismi di controllo, che si affianca al “rafforzamento” della funzione del Dirigente scolastico, cresce il dubbio che non sia ancora chiaro il profilo della scuola che si vuole costruire.
Dopo la vasta consultazione ed i tanti annunci e “cinguettii” che hanno fatto salire le aspettative, di fronte al ddl si ha un’impressione riduttiva se non deludente.  
L’AIMC conta sul dibattito parlamentare per interventi migliorativi del testo ed offre le sue considerazioni e proposte con il documento presentato partecipando all’audizione del 9 aprile scorso.


In allegato
Ddl 2994 - testo camera marzo 2015
Documento audizione AIMC

__________________________________________________________________________________________________________________________________

Conferenza nazionale 2015
Un’appartenenza da sostenere


Come previsto dall’art. 29 dello Statuto Associativo, è stata convocata la Conferenza nazionale AIMC, momento in cui l’Associazione, riflettendo su se stessa, discute e definisce indirizzi programmatici e prospettive d’azione.
La Conferenza, che riprende nel titolo lo slogan scelto per la Campagna adesioni 2015, si terrà a Roma

18 e 19 aprile 2015
Casa La Salle, via Aurelia 472

L’appuntamento, aperto a tutti i responsabili della rete associativa, è indirizzato in modo particolare a Consiglio nazionale, Conferenza dei Presidenti regionali, Presidenti provinciali e sezionali.
Auspichiamo una significativa partecipazione della realtà associativa di Basilicata, per rendere sempre più piena e proficua  circolarità e fra i vari nodi di rete, premessa indispensabile per un’azione collaborativa e unitaria.


Vedi il programma
Scarica notizie logistiche e scheda di adesione.

__________________________________________________________________________________________________________________________________

 
Torna ai contenuti | Torna al menu