2014 Gennaio - Aimc Basilicata

Vai ai contenuti

Menu principale:

2014 Gennaio

Archivio > 2014

Vieni a far parte dell'Associazione Italiana Maestri Cattolici o rinnova la tua adesione

Tempi:
dal 1 gennaio al 31 maggio 2014 (nuovi soci)
dal 1 gennaio al 30 settembre 2014 (rinnovi)

Quote associative:
Invariate rispetto agli ultimi tre anni
Soci ordinari       Euro 35,00
Soci familiari      Euro 23,00 (senza giornale)
Soci sostenitori   Euro 65,00

Scuola ed istruzione continuano ad essere  gli strumenti per riaprire menti e cuori a un futuro migliore,  per favorire la rinascita valoriale e culturale della società italiana.
La nostra "Agenda della speranza" continua a contenere quattro parole, quasi quattro slogan: impegno, responsabilità,  protagonismo, progetto.
L'Aimc continua a caratterizzarsi per:
- eticità: opera per il bene comune, coniugando azioni e significati.
- collocazione dentro un sistema: attiva relazioni al suo interno e con i diversi contesti istituzionali, aprendosi al dialogo e al confronto.
- riflessività: favorisce contesti di riflessione sull'esistente per orientare le azioni dei professionisti di scuola in un'ottica di progettualità.
- realizzazione di presenza laicale: valorizza l'agire professionale come esercizio di carità e di testimonianza della scelta di fede dei soci, in coerenza con il dettato conciliare e con la dottrina sociale della Chiesa. (dal Documento programmatico del XIX Congresso nazionale)

Democrazia, prossimità e dialogo sono valori attraverso i quali l'Associazione rende visibili i propri significati solidali che mobilitano responsabilità e senso di appartenenza, rendendo ciascuno protagonista partecipe (dal Preambolo allo Statuto)

Se queste ragioni ti sembrano convincenti, se credi nella tua professionalità, se aspiri ad una crescita professionale non solitaria, se ami testimoniare le tue scelte, rinnova la tua adesione o diventa nuovo socio.

_____________________________________________________________________________________________________________________________


Un riconoscimento dal XX Congresso Nazionale AIMC

L'Assemblea congressuale ha voluto quale Presidente del XX Congresso Nazionale la nostra Presidente regionale uscente Anna Maria Bianchi.
L'Aimc di Basilicata ne è onorata, come lo è per l'elezione della stessa nell'Organismo nazionale di garanzia, "formato da 5 soci eletti dal Congresso nazionale, con almeno dieci anni di appartenenza associativa, preferibilmente con specifiche responsabilità e dagli ex-Presidenti nazionali, che ne sono componenti di diritto" (art. 39, comma3 dello Statuto).
Un riconoscimento per la lunga militanza associativa, per il servizio reso come Segretaria nazionale prima e come responsabile dell'area della Formazione poi, per le indubbie competenze maturate e dimostrate.
L'Associazione regionale si congratula con Anna Maria e formula gli auguri più affettuosi di buon lavoro nella nuova responsabilità, nella certezza che, pur nel rispetto dell'incompatibilità statutaria di questa carica con altre cariche associative,  non verranno meno il suo pieno coinvolgimento e il consistente apporto  sempre offerto alla vita associativa territoriale.

_____________________________________________________________________________________________________________________________

"Ti regalo una fiaba"
 Raccontare per educare"

Si è tenuto il 14 gennaio 2014, a Cersosimo, nella sala Castello, il primo degli incontri previsti  nell'ambito del percorso "Prendersi cura... prendere a cuore. Insieme per educare"
L'iniziativa è stata organizzata dalla sezione AIMC di Valsarmento  con il patrocinio del Comune di Cersosimo e in collaborazione con l'Associazione teatrale e culturale "Lukianon".
Un pubblico qualificato e attento ha seguito i lavori, il cui spessore si è evidenziato fin dalle prime battute: gli interventi dell'Assistente regionale Aimc mons. Rocco Natale, del Sindaco di Cersosimo Pietro Gulmì e del presidente dell'associazione "Lukianon"  Pasquale La Sala non sono stati semplici saluti, ma sono entrati nel vivo della tematica, contribuendo ad arricchirla, ciascuno dal suo specifico punto di vista.

 

Il filo rosso dei vari momenti è stato tenuto dalla responsabile regionale Aimc per la formazione Anna Maria Bianchi che ha sintetizzato  il senso dell'incontro nell'intento di far sì che leggere o raccontare fiabe torni ad essere un comportamento abituale, che rientri nell'ordine naturale delle giornate, perché in una famiglia dove la sera, invece di cadere in trance davanti al televisore, c' è chi legge o parla o racconta un episodio, evoca un fatto, commenta un film o lo stesso spettacolo che si sta guardando in tv, diventa più facile che i bambini e i giovani maturino il desiderio di fare altrettanto.
La relazione "La fiaba come dono d'amore", efficace messa a fuoco di significato e valore del narrare, è stata svolta dalla presidente regionale Aimc Filomena Valicenti, autrice del testo "Le fiabe della Valsarmento", dedicato ai ragazzi ma non solo. Il suo apprezzato intervento ha trovato completamento nella lettura di una delle fiabe attraverso la voce narrante di  Leonardo Chiorazzi e con il suggestivo accompagnamento delle musiche originali di  Adolfo  Cuccaro, eseguite dal medesimo.
Un pomeriggio indubbiamente "caldo" nonostante il rigore climatico, con notevole consonanza di prospettive, come emerso anche dal dibattito, nel quale si sono intrecciati ricordi personali dei partecipanti che hanno reso ancora più viva la manifestazione.
Scarica i materiali: intervento dell'Assistente regionale, Intervento del Sindaco di Cersosimo,  Introduzione di Anna Maria Bianchi, Relazione di Filomena Valicenti


_____________________________________________________________________________________________________________________________

 
 

Due date per non dimenticare...

27 gennaio - Giornata della memoria
E' una ricorrenza internazionale che  ricorda la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, avvenuta  il 27 gennaio del 1945 ad opera dell'Armata rossa, che riusci' a salvare i pochi superstiti e rivelo' per la prima volta l'orrore del genocidio nazista.
Perche' continuare a ricordare una vergogna tanto grande, una storia tanto triste?
Col passare degli anni le persone che hanno vissuto quella terribile esperienza non potranno piu' raccontarla e i giovani potremmo dimenticarla. Invece, la memoria delle terribili storie ci deve aiutare a costruire un futuro migliore. Un futuro in cui quelle atrocita' non si ripetano mai piu'!
La Rai mettera' in onda lo speciale: "Il giorno della Memoria raccontato ai ragazzi"
Leggi "Dopo Auschwitz" di  Yehuda Amicai, considerato da molti il piu' grande poeta israeliano moderno.

10 febbraio - Giorno del ricordo
Solennita' civile nazionale italiana istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92 "al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della piu' complessa vicenda del confine orientale". Un altro orrore della storia avvolto nel silenzio per oltre 50 anni, un silenzio che si e' interrotto solo negli anni novanta.
E' necessario conoscere e ricordare questi eventi e quelli che li hanno preceduti e forse generati nel periodo fascista, perche' senza fare i conti con la storia non ci potra' mai essere reale pacificazione e collaborazione fra i popoli.
Su Raiuno andra' in onda il musical "Magazzino 18", scritto e interpretato da Simone Cristicchi, imperniato appunto sulle vicende istriane sul finire della seconda guerra mondiale.

_____________________________________________________________________________________________________________________________

Consiglio Regionale

Il Consiglio Regionale e' convocato per le ore 15.30 di   domenica 12 gennaio 2014  nei locali della sede associativa regionale di San Giorgio Lucano, piazza San Rocco, per esaminare il seguente ordine del giorno:
1. Elezione Vicepresidente e Amministratore; nomina Segretario
2. Eventuali cooptazioni
3. Composizione Gruppo operativo ed individuazione componenti
4. Individuazione responsabili aree di lavoro
5. Prime linee del planning regionale 2014
6. Progetto Adesioni 2014 e ripartizione della quota associativa spettante al territorio
7. Varie ed eventuali
Il termine dei lavori e' previsto per le ore 17.30
Leggi la riflessione dell'Assistente regionale alla pagina Assistente

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu